Fisica Applicata

Oggi alla terza ora, come tutti i lunedì del resto, avevo fisica.
Stiamo facendo elettrostatica e precisamente i circuiti elettrici, e parlavamo di resistenze e di tutte quelle robe lì.
Ad un certo puno io e Mocci(mio vicino di banco) ci giriamo verso la parete in fondo all’aula, dove, come tutti sanno, c’è una presa elettrica che si è staccata dalla parete e che penzola appesa per i tre cavetti(blu, marrone e giallo/verde).
Solo che… sorpresa! La presa non c’era più! In compenso però erano rimasti i tre cavetti con le estremità completamente scoperte.
Bene, quel genio di Mocci( e chi se no?) prende in mano uno di questi cavi(il giallo verde) ed io gli dico:

"Dai, prova a collegarlo a quell’altro…"
"Eh… no dai"
"Massì, tanto quella è la messa a terra, cosa vuoi che succeda?"
"Ok dai"

E’ saltata la corrente a tutto il corridoio.
Secondo il parere di mio papà (perito elettrotecnico) ho dato un buon consiglio a Mocci, perchè in effetti se avessimo collegato gli altri due cavetti sarebbe stato molto peggio.
E domani mi interroga in fisica.

10. novembre 2008 by vanooger
Categories: diario di bordo | 3 comments

Comments (3)

  1. si hai collegato la messa a terra al positivo o negativo…

    se mocci toccava contemporaneamente blu e marrone (a volte è rosso) sarebbe rimasto fritto…e se tu lo toccavi mentre friggeva restavi fritto pure tu…

    :D

    bretek

  2. ecco, ripassa va! :P

    non giocate, soprattutto se non siete sicuri, che altrimenti fate danni e poi vi tocca pagare!

    comunque ti auguro un buon futuro da fisico va…ciao

  3. Sono stato in pericolo di vita!! Cazzuo!! XD

    by Mocci

Leave a Reply

Required fields are marked *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *


Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com