Ieri sera ho guardato un film

Ieri sera ho guardato un film.
Il film cominciava con Lei che era all’aereoporto ed incontrava Lui e si conoscevano.
Stava nascendo una magnifica storia d’amore, ma poi Lei deve prendere l’aereo. Sale sull’aereo e chi è il suo vicino di posto? Ma Lui!!! Il tipo brillante e fascinoso appena conosciuto!

Solita storia d’amore dite? Anch’io lo pensavo.

Il tizio è un terrorista, o quasi, e ce l’ha con la tipa perchè è la direttrice di un Hotel.
In codesto Hotel sta per arrivare il tizio X, che è un politico super importante, e il nostro Lui lo vuole uccidere. Per questo cerca di convincere la direttrice dell’Hotel a far trasferire il politico dalla stanza 315 alla 480, dove sarà più facile ucciderlo.
Per convincere la tipa la informa che c’è un sicario sotto casa di suo papà, e che se lei non fa come dice il papà muore.
La tipa prova per tre volte a levarsi dai pasticci.
Prima prova a lasciare un messaggio su un libro che poi presta ad una signora, ma il tizio se ne accorge e riprende il libro.
Poi viene costretta a fare la telefonata all’albergo per spostare la stanza del politico, ma siccome l’aereo prende quota, cade la linea. Lei però bluffa e finge ancora di essere al telefono, e finge che la stanza sia stata cambiata come ordinato, ma il tizio se ne accorge.
Poi va in bagno e prova a lasciare un messaggio scrivendo col sapone sullo specchio, ma il tizio se ne accorge.
Quando però l’aereo atterra, la tipa pianta una penna in gola al tizio e scappa in tutta fretta.
[Tra l'altro la penna è una penna strana, che ruba a degli altri passeggeri del volo, ma non sto qui ad approfondire la sottotrama della penna]

Il tizio non muore, ma si lancia all’inseguimento della tipa. La tipa però gli ha rubato il cellulare, quindi lui non può avvertire il sicario che la tipa sta scappando e che siccome si è incazzato vuole che uccida suo padre.
La tipa ruba un fuoristrada, poi chiama in albergo e riesce a salvare il politico dall’espolosione della sua stanza. Fatto ciò si reca di fretta a casa di suo papà per salvarlo dal sicario.
Il sicario è davanti alla porta di casa del padre, la tipa lo vede e lo investe col fuoristrada, sfondando anche la porta di casa di suo padre e facendo così finire il corpo del sicario proprio nell’ingresso della casa, in una pozza di sangue.
Arriva il papà.
Si noti che il papà non sa nulla di quello che sta succedendo, ed ha appena visto sua figlia sfondargli la casa con un fuoristrada rubato ed uccidere un uomo.

"Papà, stai bene?"
"Sì, e tu?"
"Sì… hai chiamato la polizia?"
"Certo, stanno arrivando (per arrestarti, spero, piccola criminale!)"

Però la pace dura poco, perchè arriva il tizio dell’aereo con la penna in gola, che prende il coltello del sicario (è un sicario raffinato, ha anche la pistola ma uccide col coltello…) ed insegue la tipa per tutta la casa.
Le prende una mazza da baseball e si prepara a fare un agguato al tizio.
Pubblicità.

Mancherà poco mi dico, tanto si sta avviando alla conclusione, no?

Fine Primo Tempo.

Ma come?

Comunque ho registrato il secondo tempo e poi me lo guardo…

20. gennaio 2009 by vanooger
Categories: diario di bordo, film trash | 2 comments

Comments (2)

  1. Nel secondo tempo si rivelerà un film concettuale, fatto di lunghi silenzi, inquadrature immobili e paesaggi suburbani: affreschi di una modernità soffocante e vuota, nella quale non c’è più spazio per i terroristi con delle tracheotomie posticcie e le demolizioni con fuoristrada.

  2. Cavolo, così sì che sarebbe stato bello…

    Invece, dopo essermi sorbito TgCom+Pubblicità+Meteo ho scoperto che si erano sbagliati e il film è durato altri 30 secondi…

Leave a Reply

Required fields are marked *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *


Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com