Inglorious Basterds

E’ una settimana che cerco di terminare il post sulla ricerca della casa a Venezia, ma quello che mi è accaduto stasera merita di essere raccontato subito.
In pratica, essendo che era mercoledì, avevo deciso di andare al cinema a vedere Ingloriuos Basterds, il nuovo film di Tarantino.
Siccome avevo letto molte recensioni su varii blog qua e là pensavo che il film fosse già uscito, e inoltre cercando "Cinema Verona" su Google veniva dato in programmazione al K2 alle 21, quindi non avevo dubbi.
Una mia amica però, dopo aver telefonato al cinema, ha scoperto che quella di stasera era un’anteprima, e che per entrare occorreva un invito.
Essendo che già una volta ero entrato ad una proiezione in anteprima senza invito (raccattandolo all’entrata del cinema la sera stessa) ero fiducioso che ci sarei riuscito ancora, e così alle 20 e 30 mi sono presentato col Campa davanti al cinema.
Eravamo lì che aspettavamo, ma ben presto ci siamo resi conto che l’anteprima di un film di Tarantino era diversa da quella dell’altra volta, infatti c’era molta più gente.
Quando ormai avevamo perso le speranze di entrare però, ho captato la discussione di una ragazza, al telefono con una sua amica.
Avete presente la pubblicità di qualche anno fa in cui la ragazza urlava al telefono "Adesso esco e vado col primo che incontro!" e quando apre la porta si trova subito davanti il vicino che le dice "Buonaseeera!"???
Ecco, la ragazza stava dicendo qualcosa tipo "Ah, ma allora se siete tue e Francesco, mi avanza un biglietto.. vabbè… lo darò a qualcuno qua…"
Non aveva ancora terminato la frase che ero già davanti a lei, con una bella faccia tosta, pronto a ricevere il biglietto.

Bene, questa ragazza gentilissima non solo non se l’è presa per la mia sfacciataggine, ma all’arrivo della sua amica ci ha procurato un secondo biglietto, permettendo così anche al Campa di entrare.
All’interno, essendo che il film era in superanteprima (infatti domani, giovedì, sarà ancora in anteprima), venivano sequestrati cellulari, mp3 e macchine fotografiche a tutti i presenti, che venivano poi passati al metal detector prima di entrare in sala.
Io ero un po’ preoccupato per la perquisizione, perchè dentro la borsa avevo una bottiglia di CocaCola (che è vietato portare in sala) e quando mi hanno passato al metal detector, questo è suonato.
Ho dovuto faticare non poco per impedire che mi aprissero la borsa e mi trovassero la pericolosa e compromettente bevanda.
Nonostante ciò siamo riusciti a entrare nel cinema e abbiamo anche trovato da sedere (molta gente non ce l’ha fatta, essendo che erano stati distribuiti inviti in più).
Mentre ci compiacevamo della nostra fortuna abbiamo anche scoperto che dopo la proiezione c’era un rinfresco all’esterno del cinema. Cosa potevamo chiedere di più???
Un film figo? L’abbiamo avuto.
Un film in lungua originale coi sottotitoli? L’abbiamo avuto.
Un film con 20 minuti di scene inedite? Caspita, abbiamo avuto anche questo!!!

Bella serata.

01. ottobre 2009 by vanooger
Categories: diario di bordo | 3 comments

Comments (3)

  1. Asd!

    C’era Mr. Rasi vero?

  2. Ero Michele. Cioè, lo sono ancora. Credo. Ma non sono più quello che ero pochi secondi fa.

  3. Mr. Rasi non l’ho visto, ma doveva esserci per forza, ora che mi ci fai pensare.

    Cioè, voglio dire, se non c’è andato lui…

Leave a Reply

Required fields are marked *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *


Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com