Una storia emozionante e ricca di colpi di scena

Ieri era venerdì e, come tutti i venerdì da un mese a questa a parte, sono andato a provare con Kakà.

Quando andiamo a provare Kakà viene a prendermi a casa, così ci spostiamo con una sola automobile. Siamo un power duo ecosostenibile.
Dunque Kakà è venuto a casa mia. E siccome era una bella giornata e, caso raro, a casa c’era pure mia sorella, ne ho approfittato per chiederle di scattarci una foto.
La foto è questa qui:
 
Come potete notare, sul lato sinistro si vede la macchina di Kakà, e accanto ci sono la mia chitarra e il mio amplificatore. Un osservatore molto attento si accorgerà che sul tetto della macchina di Kakà ci sono appoggiati i miei occhiali da vista. Ecco, tenete bene a mente questo dettaglio.
Scattata la foto abbiamo caricato la macchina e siamo partiti, ma dopo circa 500m mi sono ricordato degli occhiali.
Sono sceso dall’auto, ma ovviamente sul tetto non c’erano più.
Siamo dunque tornati indietro controllando la carreggiata opposta per trovarli.
Intanto, in quella carreggiata transitavano numerosi veicoli, tra cui anche un camion.
E niente, dopo 200m li ho trovati lì, in mezzo alla strada.
Neanche un graffio. Yo!

01. aprile 2012 by vanooger
Categories: diario di bordo | 2 comments

Comments (2)

  1. Puoi dirlo forte. Ma io ormai ho smesso di stupirmi della mia fortuna…

Leave a Reply

Required fields are marked *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *


Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com