Piove governo ladro: ma sarà sempre così?

Questo post è il seguito di questo, quindi se non volte spoilerarvi niente andate prima a leggere il post precedente.

Come abbiamo visto nello scorso post, il fatto che piova sempre nei weekend sembra essere dovuto a una partenza sbagliata. Se l’anno fosse iniziato con un altro giorno della settimana le cose sarebbero potute andare in maniera molto diversa.

È un po’ come quando, per esempio, si beccano tutti i semafori rossi. Se si fosse partiti un po’ prima o un po’ dopo, magari, i semafori sarebbero stati verdi.

Siamo dunque costretti a trascinarci questo errore per il resto dei nostri giorni? Siamo condannati a infiniti weekend di pioggia?
Anche qui la risposta è sorprendente: forse no!

Una nuova speranza

Un anno solare, come tutti sapete, non è lungo esattamente 365 giorni, ma un po’ di più.
L’approssimazione più comune è 365 giorni e 6 ore (365,25 giorni), e come sapete a causa di queste 6 ore una volta ogni 4 anni si rende necessario un anno bisestile.
Ma questa, come ho appena detto, è solo un’altra approssimazione! L’anno solare (o anno tropico) medio è lungo 365,2422 giorni, ovvero 365 giorni, 5 ore, 48 minuti e 46 secondi.
Quindi considerando l’anno lungo 365,25 giorni ci si ritrova con un anno più lungo di quello reale.
Il calendario giuliano non teneva conto di questa differenza, ed aveva infatti accumulato un giorno di ritardo ogni 128 anni circa, per un totale di 11 giorni (quei famosi 11 giorni che sono stati saltati quando è stato introdotto il calendario gregoriano).
Il calendario gregoriano cerca appunto di diminuire questo margine di errore, proponendosi di saltare tre anni bisestili ogni 400 anni. Ciò significa che gli anni divisibili per 100 non sono bisestili a meno che non siano anche divisibili per 400. Quindi il 1700, il 1800 e il 1900 non sono stati bisestili, mentre il 1600 e il 2000 sì.
Il risultato di questo conteggio è che ogni 400 anni ci sono 303 anni normali e 97 anni bisestili.
E quindi? Quindi 365 x 303 + 366 x 97 = 146097 giorni, ovvero un magico numero divisibile per 7. Ne consegue che il calendario gregoriano è perfettamente ciclico ogni 400 anni. Tipo che il 2000 era uguale al 1600 e via così.

Ora attenzione, perché è qui che le cose si fanno interessanti.

Perché vedete, anche se il calendario gregoriano riduce la differenza con l’anno tropico, una piccola discrepanza rimane sempre.
Una discrepanza di 26 secondi, ovvero di un intero giorno ogni 3323 anni.
Ciò significa che nel 4905 si dovrà sopprimere un giorno per mantenere il calendario sincronizzato.
Ora, piuttosto che accorciare ulteriormente un anno che non è bisestile, la cosa più semplice è saltare l’anno bisestile più vicino (il 4904), ma anche così facendo si andrebbe a perdere quel bellissimo effetto della ciclicità ogni 400 anni che vi ho descritto qui sopra.

Che fare allora?
Secondo me la cosa migliore sarebbe sì saltare il 29 febbraio 4904, ma farlo saltando completamente anche il giorno della settimana, che in questo caso è un venerdì.
Passando quindi da un giovedì 28/02/4904 a un sabato 1/03/4904 si otterrebbe quindi non solo l’effetto di perdere il giorno in più accumulato dal calendario gregoriano, ma anche di sfasare il corso della settimana di un giorno!
Quindi, le piogge che prima cadevano di domenica si ritroverebbero a cadere di lunedì!
Pazzesco, no?
Certo, le piogge che però cadono di sabato si ritroverebbero a cadere di domenica, quindi ci sarebbe comunque ancora pioggia nel fine settimana.
Per uno sfasamento di due giorni si dovrà attendere l’anno 8228, mentre per uno sfasamento di tre giorni, giusto per essere sicuri, basterà aspettare solo l’anno 11551.

Quindi ecco, se si fa come dico io tra 9537 anni non pioverà più nel weekend. È matematico!

 

Se non l’avete ancora fatto andate a leggervi la pagina wikipedia del Calendario gregoriano, perché le cose sono ancora più complicate!

23. aprile 2014 by vanooger
Categories: varie ed eventuali | 2 comments

Comments (2)

  1. Quanto bon tempo !!!!

  2. Ho pensato a te e a questo post quando ho letto che il 13 del mese cade (un po’) più spesso di venerdì rispetto agli altri giorni. coincidenze? mah.

    http://www.datagenetics.com/blog/may32014/index.html

Leave a Reply

Required fields are marked *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *


Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com