Le quattro volte

Ovvero: tutte le volte che sono stato a Londra

20120810_171607 
La prima volta che sono andato a Londra ci sono andato con tutta la mia famiglia e dei nostri amici per festeggiare un capodanno.
Non mi ricordo di quale anno.
Credo fosse il 2001. Cioè, era il 2000 che poi diventava 2001. Credo.
È stata la prima volta che ho preso l’aereo. Non mi ricordo perché, ma ero terrorizzato. Credo principalmente per il fatto che la società mi diceva che se prendevo l’aereo dovevo avere paura.

Per soggiornare nella capitale inglese avevamo affittato una casa, ma quando siamo arrivati di fronte al portone ci abbiamo trovato sopra affisso un avviso che comunicava che l’agenzia che lo gestiva era fallita.
Quindi siamo rimasti senza casa. E in quel momento ha cominciato a piovere.
Ci siamo dunque rifugiati nel primo albergo che abbiamo trovato. Albergo che da lì in poi sarà ricordato come “la topaia”.
Siamo rimasti nel suddetto albergo per non più di due notti, per poi trasferirci in una location più dignitosa.
Quindi i primi giorni a Londra li abbiamo trascorsi a cercare un posto dove dormire e a denunciare la perdita della caparra per l’appartamento che avevamo affittato.
Oltre a questo, non ho particolari ricordi di quel viaggio.
Cioè, mi ricordo delle cose a caso tipo che non riuscivamo a trovare un posto decente dove mangiare e siamo andati un sacco di volte da Pizza Hut. E dopo 3 volte che ci siamo andati ci siamo resi conto che pagato il primo bicchiere di Pepsi i seguenti erano in omaggio. Spettacolo.
O che mentre passeggiavamo per Candem Town ho raccolto il pupazzo che era caduto a un bambino in braccio a sua mamma senza che lei se ne accorgesse e io gliel’ho raccolto e il bimbo mi ha fatto un super sorriso.

La cosa migliore di questa prima visita è stata la Galleria dei Sussurri delle St. Paul Cathedral, ovvero un effetto acustico che mi aveva ricordato il basilisco che parla attraverso i muri in Harry Potter e la Camera dei Segreti.
Però ora che controllo il film di Harry Potter è uscito nel 2002, quindi è possibile che questo viaggio a Londra abbia avuto luogo in occasione di Capodanno 2003. Chissà.

 

La seconda volta che sono andato a Londra è stata due anni fa, durante le Olimpiadi.
In pratica ero a casa, in cucina, che guardavo le Olimpiadi alla tv e ho pensato “Cavolo, ma le Olimpiadi sono una figata! Voglio andarci anch’io!” e nel giro di un pomeriggio ho prenotato ostello e volo. Spendendo incredibilmente poco per essere in così alta stagione.
È stata la prima volta che ho fatto un viaggio completamente da solo. Ed è stata una figata.
Avendo speso poco per volo e sistemazione ho deciso di continuare sulla stessa linea d’azione e di spendere ancora meno per il resto del viaggio.
La regola numero uno che mi sono posto è stata “Non prendere la metropolitana”, perché quanto costa un biglietto? 6 euro? Di più? Non mi ricordo, perché non l’ho mai presa.
Il primo giorno ho dunque deciso di andare a vedere lo stadio olimpico, che secondo la cartina che mi ero procurato all’ostello distava circa una spanna dal centro di Londra (dove soggiornavo*).
“Una spanna” si è rivelata essere qualcosa come 10 km. Più chiaramente il ritorno. Ci ho perso tutto il giorno per poi scoprire, tra l’altro, che non ci si poteva neanche avvicinare allo stadio senza biglietto. Vabbé.
Altri Highlights di questo mio secondo viaggio a Londra sono stati:
- Incontri a caso: sapevo che a Londra c’erano persone che conoscevo, ma non mi aspettavo certo di incontrarle TUTTE a caso. E invece è successo;
- I Magazzini Harrods, che hanno una sezione apposita con un miliardo di oggetti di Harry Potter che mi ha emozionato molto di più del vedere i gioielli della Regina;
- Restando in tema Harry Potter, in questo secondo viaggio a Londra mi sono recato alla stazione di King’s Cross per vedere il binario 9 e 3/4;
- La maratona olimpica: ovvero l’evento finale delle Olimpiadi, che ho potuto vedere dal vivo a Trafalgar Square. Più tardi quel pomeriggio ho anche incontrato il maratoneta italiano. Yeah.
- La premiere di The Expendabels 2, in cui mi sono imbattuto a girando a caso;
- La visita al luogo esatto in cui è stato girato questo video, ad oggi uno dei miei video preferiti dell’internet.

* L’ostello si trovava praticamente dietro agli schermi luminosi di Piccadilly Circus

 

La terza volta che sono stato a Londra è stata sempre due anni fa, un paio di mesi dopo il viaggio di cui sopra.
Dovevo andare in Turchia, e grazie al mio amico Skyscanner ho scoperto che il volo più conveniente passava per Londra.
Lo so, sembra una cazzata, ma vi giuro che era proprio così.
Dovendo cambiare a Londra ho deciso di prolungare la permanenza lì per un paio di notti.
Durante quest’ultima visita ho fatto tre cose degne di nota:
1) Sono andato a visitare l’osservatorio di Greenwich, per cui passa il famoso meridiano;
2) Ho incontrato @janov. E credo sia stata l’ultima volta che l’ho visto. Janov, che fine hai fatto? (forse è colpa mia che sono andato in Australia…)
3) Ho mangiato un piccione. Sono andato al ristorante col mio amico Alex, e siccome volevo variare il mio solito menù londinese (che consiste in hamburger e basta) ho deciso di ordinare qualcosa di diverso. L’unica cosa che mi ispirasse vagamente era questo “Wood Pigeon” in contorno di qualcosa (suppongo fosse il contorno a ispirarmi di più). Speravo che Wood Pigeon fosse semplicemente il nome di qualche altro uccello, ma si è rivelato essere proprio un piccione. E dal colore (grigio) sospetto che non fosse neanche di bosco. Se vi state chiedendo che sapore abbia un piccione sappiate che ha proprio il sapore che vi aspettate che abbia. Una cosa orrenda. Il mio amico Alex, vegetariano, ancora se la ride.

 

Lunedì andrò a Londra per la quarta volta. Ecco cosa farò:
- Concerto di Jack White. È il motivo principale di questo viaggio. Sono gasatissimo. Sarà il suo terzo concerto che vedrò, e in tre stati diversi. La speranza è che suoni Ball & Biscuit, ma non voglio controllare le scalette del tour per vedere se la sta facendo;
- Andrò in cima al The Shard. Oddio, devo ancora prenotarlo, ma lo farò a breve. Come sanno i lettori di questo blog ogni volta che visito una città faccio tappa in cima al suo grattacielo più alto. Forse non vi avevo ancora detto che lo scopo ultimo è fare la cacca nei cessi dei grattacieli più alti del mondo. Ebbene, è proprio così. E questo è il grattacielo più alto d’Europa, quindi è un’occasione imperdibile.
- Andrò a bere insieme al mio ex-compagno di classe Stefano. Io e Stefano siamo stati in classe assieme dalla prima liceo per 2-3 anni (credo 2) e non abbiamo mai avuto particolari interessi in comune. Poi, anni dopo, ci siamo praticamente ritrovati a frequentare lo stesso genere di ambienti senza però incontrarci MAI. incredibile. È una cosa di cui potremo discutere la settimana prossima. Tra l’altro Stefano è anche, con tutta probabilità, la persona che invidio di più al mondo. Il motivo? Questo. (In pratica ha incontrato Sam Neill. C’era anche una foto ma non la trovo più)
- Vado a cena da mia zia/cugina (mai capito bene) che ora vive a Londra. Quindi forse per una volta mangerò qualcosa di decente in Inghilterra. Pare assurdo.

Credo sia tutto.

12. novembre 2014 by vanooger
Categories: viaggi | Leave a comment

Leave a Reply

Required fields are marked *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *


Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com